Autunno tra boschi incontaminati e valli dorate a bordo del treno del foliage. 

L’impressione è quella di trovarsi in un paese che non esiste più. L’uomo ha lasciato la natura alla natura, consentendole di fare il suo corso indisturbata, conservando solo il privilegio di poterla osservare, lentamente e in silenzio, dietro le grandi vetrate panoramiche di un antico treno.

Quello che il paesaggio mette in mostra in autunno è, a mio avviso, il suo profilo più bello. Tutto si tinge di arancione, rosso e oro e il fascino del “foliage” dona splendore anche ai panorami di solito meno suggestivi. Quando poi a mostrarsi vestite d’autunno sono le colline e le distese della Val Vigezzo e delle Centovalli, lo stupore è garantito!

Complice una bella giornata di sole, io, mio marito e il piccolo Umberto, raggiungiamo Domodossola da Milano in mattinata per poi salire sul treno del foliage che in circa due ore, percorrendo poco più di 50km, ci porterà a Locarno. Scegliamo di trascorrere una notte nella cittadina svizzera, per poi ripartire la mattina seguente. Il viaggio, se non si hanno esigenze particolari come le nostre, che abbiamo scelto di fermarci per far riposare il piccolo di 1 anno e mezzo, è assolutamente fattibile anche in giornata.

Viaggio Milano - Domodossola

Il percorso è molto suggestivo. Lungo la linea ferroviaria Vigezzina-Centovalli, si susseguono fotogrammi incantevoli di una natura incontaminata fatta di fitti boschi, vigneti, precipizi, lunghe distese di prati dove non è difficile veder pascolare pecore, brucare mucche e riposare asinelli. Si attraversano villaggi pittoreschi con i profili tipici delle case di montagna, quelle che di solito vedo solo d’inverno, nascosti dalla neve, e che ora così “nudi”,  mi sembrano splendidamente “fuori contesto” circondati d’arancio e non di bianco!

Ciò che vedo attorno a me, avanzando lentamente al caldo del vagone crema e blu di un treno che finirà la sua corsa autunnale il 19 novembre, sembra uscito dalla mia vecchia TV a tubo catodico che circa 30 anni fa trasmetteva “Heidi”, e se le caprette non mi hanno “fatto ciao”, sono certa di aver però visto sorridere i monti ☺️. Baciati dal sole, dipinti d’oro e puntellati di rosso e arancio, sembravano felici di accogliere i nostri sguardi attenti ai particolari e curiosi di vedere cosa ci fosse “dopo”. “Dopo” quella curva al di là di una galleria, “dopo” ognuna delle 31 pittoresche stazioni che precedono Locarno. “Dopo” ogni ponte o viadotto degli oltre 80 incontrati lungo il percorso.

È stato bello staccare la spina così, con un insolito, breve e confortevole viaggio che sa di antico e genuino.

INFORMAZIONI PRATICHE E CONSIGLIl

Il tempo a disposizione per godere di questo viaggio non è molto. Il “treno del foliage” effettua la sua corsa da metà ottobre a fine autunno. Quest’anno l’ultima data è il 19 novembre (al momento purtroppo i biglietti sono già tutti esauriti!). Per acquistare i biglietti basta collegarsi al sito della FERROVIA VIGEZZINA CENTOVALLI . Qui trovate anche tutte le informazioni sulle varie fermate e le agevolazioni previste per i possessori dei biglietti che vogliano unire al viaggio in treno anche un percorso gastronomico tra Piemonte e Canton Ticino. Visto che la corsa autunnale è già tutta sold out, potreste approfittare della proposta invernale della Ferrovia Vigezzina-Centovalli che, dall’8 al 10 Dicembre, ha in programma un viaggio alla scoperta dei mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore.

Il treno “panoramico”, come dice la parola stessa, è dotato di ampi finestroni che consentono di osservare il paesaggio in modo sicuramente più spettacolare rispetto agli altri treni. Il mio consiglio dunque, al momento della prenotazione, è di scegliere proprio questo!

Si possono acquistare biglietti sia con che senza prenotazione del posto a sedere. Noi, viaggiando con il piccolo, abbiamo preferito acquistare i posti ma poi, una volta saliti a bordo, abbiamo potuto scegliere dove sederci, preferendo posti più comodi per sistemare il passeggino. Se viaggiate durante i week end, data la forte affluenza, consiglio di riservare anche le poltrone per essere sicuri di stare seduti, altrimenti il gentilissimo personale a bordo treno saprà farvi accomodare in quelle rimaste libere senza alcun problema.

È possibile effettuare una sosta per tratta. Se avete acquistato dunque dei biglietti andata e ritorno Domodossola-Locarno-Domodossola (o viceversa), potrete scendere 2 volte, trascorrere un po’ di tempo nella località prescelta, e poi risalire sul treno in arrivo. Per conoscere gli orari di tutte le corse e le varie fermate, chiedete a bordo oppure consultate il sito e le tabelle in stazione.

Se decidete di intraprendere il viaggio di ritorno il giorno successivo alla partenza, Locarno può offrire una sosta piacevole con i suoi ristorantini lungo il lago e le sue eleganti vie del centro. Personalmente non amo molto le città di lago per via dell’aspetto un po’ malinconico che spesso sembrano avere. Locarno è piccolina, pulita ed elegante e la splendida accoglienza del personale dell’ Hotel City Locarno, struttura davvero eccellente e a costi contenuti per essere in Svizzera 😅, sono riuscite a convincermi che il trattenerci una notte qui sia valsa la pena!

 

Annunci

11 pensieri riguardo “Autunno tra boschi incontaminati e valli dorate a bordo del treno del foliage. ”

      1. Sono sicura che sarà un’esperienza magica! Se riuscirai ad andare aspetterò con ansia un bell’articolo e tante foto..così fantasticherò anch’io dato che per il momento sono in “stand by” 😜🤰🏻 Recuperò sicuramente 💪🏻 Grazie ai tuoi articoli ho già una bella lista di cose da fare e vedere 🤗 quindi grazie 💋

        Liked by 1 persona

      2. Un che bello darti una mano a sognare e spero presto anche a concretizzare! 😉
        Anche io ho tante mete nella wishlist che credo dovranno aspettare ma il sogno di un viaggio è già di per sè un po’ il suo inizio no? ☺️

        Liked by 1 persona

    1. Giorgio!, anche tu qui?! Che sorpresa!, ma hai visto che meraviglia questo blog? Sembra sempre di viaggiare insieme ai protagonisti. Ho visto un sacco di cose nei viaggi che ho fatto con loro. Bellissimo questo treno, Lady, non sarà misterioso come l’Orient Express, ma sicuramente pieno di colori, dentro e fuori. Come sempre ho viaggiato anch’io … se non altro con la fantasia. Buona notte ad entrambi. Baci! ❤ ❤ ❤

      Liked by 2 people

      1. Si, sono entrato da poco, incuriosito proprio da questo viaggio, ne avevo fatto uno simile l’anno scorso, noi eravamo andati in battello a Locarno, poi eravamo tornati con il trenino delle Valli a Stresa (se non ricordo male, cosa che potrebbe essere benissimo)… ciao!!!

        Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...